Le barriere sono prefabbricate e collegate tra loro con robuste barre o cavi di acciaio all’altezza di circa un metro, e semplicemente appoggiati a terra per permettere la traslazione laterale sotto l’urto.
Questo spostamento è presente anche nei New Jersey da ponte in cemento, dove lo spostamento laterale è contenuto da ancoraggi duttili che prima si deformano e poi si spezzano sotto l’urto, trasmettendo alle strutture del ponte solo sforzi di valore limitato superiormente.
Le caratteristiche principali delle nostre barriere di sicurezza in calcestruzzo che consentono il contenimento dei veicoli in svio con alti parametri di sicurezza sono:

a) Profilo I nostri modelli di barriera presentano oltre al consueto profilo “new jersey” (sviluppato vicino New Jersey, Stati Uniti d’America, alla fine degli anni Cinquanta) anche profili “a muretto” costituito da una serie di superfici inclinate.

 
b) Collegamento longitudinale

 
I vari elementi modulari prefabbricati sono collegati tra loro in modo da realizzare una “catena” continua e resistente che chiami a collaborare, per resistere all’urto, una serie di elementi contigui prima e dopo la barriera interessata dall’impatto dei veicoli.
Per creare questa “catena” le barriere di sicurezza, in genere, hanno nella parte superiore (per tutta la loro lunghezza) una barra rullata; queste barre, inglobate nel calcestruzzo, sono collegate a quelle contigue tramite un manicotto in acciaio, che ha una filettatura interna come quella della barra rullata.